Natura e design: sette stili per portare in casa la tendenza del momento (parte seconda)



Rieccoci a parlare di quanto natura e design possano essere combinati per definire i nostri spazi di vita. Alla fine della prima parte (che trovate qui) ci siamo lasciati con una visione idilliaca di arbusti penzolanti negli ambienti domestici. Ecco come va avanti la nostra eco-storia.

EPISODIO 4: L’entusiasmo

L’impegno va bene ma in ogni relazione c’è bisogno anche di un tocco di leggerezza. Iniziamo a guardare la natura con occhi rinnovati, riscopriamo aspetti che ci sembravano dimenticati, ci ricordiamo di quanto sia allegra e piena di energia (e in tempi di crisi economiche generalizzate questo aspetto esercita un certo appeal). C’è voglia di evasione, di distrazione, di freschezza. Spuntano i pattern tropicali, il cactus imperversa in tutte le sue forme e utilizzi. Carte da parati, stampe, cuscini e tessili, tutto richiama i tropici. Gli interni si arricchiscono di dettagli ironici, un pizzico di gioco in un contesto occidentale. Richiami ariosi a luoghi siesta-driven.

Credits: snippetandink.com
Credits: muralswallpaper.com
Credits: Laura Gummerman via Bloglovin’
Credits: Jane Frosh via domino.com
Credits: Yellowtrace.com.au

EPISODIO 5: Jungle fever

L’esotico imperversa, non più allusioni ma vere e proprie installazioni tropicali, piante e pattern si alleano per generare una totale full immersion. Ci sentiamo a nostro agio ormai in questa liaison e lasciamo che il verde si appropri gioiosamente di tutti gli spazi che desidera. L’artista-designer Justina Blakeney reinventa il genere contaminandolo con la filosofia bohemien e conia il termine “jungalow”: ed è subito tripudio di piante tropicali e colori sgargianti.

Credits: Babasouk

Credits: the jungalow

EPISODIO 6: Into the wild

L’anima selvaggia torna impellente, la natura riconquista il suo posto. Gli interni non richiamano più la natura me ne sono invasi, le piante si impadroniscono impetuosamente degli spazi e chiariscono che sono loro ad ospitare noi. Gli involucri non dialogano più con la natura, ma la natura stessa si fa involucro riconquistando il suo ruolo ancestrale. E’ un ritorno all’istinto primitivo.

Credits: Valentina Sommariva
Natura e design - ambientazione con foto di andreas lie
Le affascinanti immagini di Andreas Lie, fotografo norvegese famoso per le sue foto in doppia esposizione. Image credits: Andreas Lie

Le affascinanti immagini di Andreas Lie, fotografo norvegese famoso per le sue foto in doppia esposizione.  Image credits: Andreas Lie

EPISODIO 7 – The sound of silence

L’ispirazione 2017 secondo l’osservatorio di Maison&Objet è il silenzio. L’attenzione si sposta su una natura rarefatta, arredi ovattati e toni naturali, trasparenze e richiami al legno. Forme pure e materiali fonoassorbenti. Si sfrondano gli arbusti gioiosi e selvaggi per inerpicarsi su per muti ghiacciai innevati, inoltrarsi in glabre foreste nordiche, ascoltare il vento, tornare in pace con l’esistenza. E’ la quiete dopo la tempesta, uomo e natura si riconoscono e si ascoltano. 

A voi non sembra un finale straordinario?

Credits: Valentina Sommariva
Tra i prodotti 2016 selezionati dal ADI Design Index c’è il divano-letto “Foresta” del designer SAKURA ADACHI. Il tessuto elastico trasforma la tenda in un divano ogni volta che ci si siede mentre nella configurazione nottura “foresta” crea un giaciglio intimo e ovattato.
Credits: scorpiosmikonos

Richiama la corteccia d’albero la poltrona Couture di Färg & Blanche per BD Barcelona, presentata al salone del mobile. La sua particolarità è anche di tipo tecnologico, è realizzata infatti con una tecnica sartoriale innovativa che consiste nel cucire direttamente su legno.

Natura e Design - La linea Tone Cabinet di Norm Architects per Zilenzio
Nascono prodotti fonoassorbenti. Uno degli esempi più eleganti è Tone Cabinet progettato da Norm Architects per Zilenzio. Credits: http://normcph.com

E adesso torniamo alla realtà. Non vivreste mai in una foresta pluviale? Nemmeno io, lo confesso, ma a chi non piacerebbe un richiamo alla natura dentro casa? Ecco una selezione di proposte per ritrovare la propria anima verde, da scegliere, dosare e abbinare secondo il proprio personale mood.

  1. L’artista danese Pernille Folcarelli propone bellissime illustrazioni botaniche handmade. Le trovate qui.
  2. E’ di IKEA il cesto FLADIS
  3. Relax sui cactus per la sdraio di Really nice things. Disponibile on line sul loro sito a questo link
  4. Anewall propone una divertente carta da parati sul tema del cactus. Non solo per camere bimbo ma anche per ambienti freschi e leggeri, come una casa vacanza. La trovate qui.
  5. Maison du monde propone un cactus decorativo in versione white, acquistabile on line proprio qui
  6. Cork41 è un elegante sgabello interamente in sughero, progettato da Paola Navone per Gervasoni.
  7. Piatti Season di Nao Tamura. COVO propone un’idea di piatto nuova, ispirata alla natura con forti richiami orientali. In silicone. Li trovate qui.

Le ambientazioni esotiche proposte da H&M nella nuova collezione Home 2017. Un tocco di natura per ogni area della casa, proprio qui.

1 –  Se siete interessati a una carta da parati a tema non potete evitare di fare un giro da Walledecò, che nasce proprio da una intuizione legata al potere decorativo delle foglie. Propongono una vasta gamma di temi jungle e la trovate qui

2 – Vassoio di H&M, collezione 2017

3 – Lampada cactus in vendita su Amazon 

4 – Presentato al salone del mobile di Milano 2017 il paravento Ceiba Screen disegnato dal designer guatemalteco Luis Arrivillaga.

5 – Sgabelli in sughero Corkfamily disegnati da Jasper Morrison per Vitra

6 – Node un’organizzazione no-profit che realizza bellissimi tappeti artigianali nepalesi  solidali. I tappeti sono disegnati da artisti e designer famosi ma realizzati da artigiani Nepalesi. Trovate tutti su www.madebynode.com

 

Vedi Natura e design: sette stili per portare in casa la tendenza del momento (parte prima)

 

 

Leave A Reply

Navigate